La cittadinanza negli Stati Uniti d’America

Nel primo numero di questa newsletter vengono presentate le principali tematiche emerse durante le giornate di studio della Sesta Summer School CISPEA (20-24 giugno 2010), dedicata quest’anno alle declinazioni e agli sviluppi del concetto di cittadinanza nell’esperienza storico-politica statunitense. Nella storia degli Stati Uniti, come in quella europea, la cittadinanza ha costituito un terreno di conflitto che ha costantemente e materialmente ridefinito la figura del cittadino e la sua grammatica dei diritti. Le sessioni della scuola hanno trattato questo tema in rapporto al moderno concetto di cittadinanza, definito dal sociologo T. H. Marshall attraverso la progressione logica e storica dei diritti civili, politici e sociali (Marshall, 1950), in relazione alla complessa dinamica di inclusione/esclusione e alle categorie di classe, razza, etnia e genere, infine considerando le peculiarità dell’assetto federale americano e degli esiti contemporanei legati all’indebolimento dello stato-nazione. Tutte le tematiche analizzate nelle varie sessioni sono state discusse collettivamente dagli alunni della scuola che, organizzati in gruppi di lavoro, hanno presentato le loro relazioni nell’ultima giornata della scuola, che ha avuto luogo presso la sede reggiana dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Vengono pubblicate qui per la prima volta le loro cinque relazioni dedicate ad altrettanti aspetti della cittadinanza. La relazione di apertura, pensata come introduzione generale, prende spunto dalla lezione del Prof. Arnaldo Testi sulla La cittadinanza politica in prospettiva storica, dai primi decenni dell’800 alle elezioni presidenziali del 2008. La lezione tenuta dalla Prof.ssa Elisabetta Vezzosi, Il colore dei diritti civili. Razza, genere, leadership nei movimenti degli afro-americani, viene invece discussa nel secondo contributo. Al tema del diritto di voto e della razza, segue la questione della cittadinanza in relazione all’immigrazione, che è stata affrontata dal Prof. Stefano Luconi (Benvenuti e indesiderati: gli immigrati, l’accesso alla cittadinanza e i diritti derivati). La quarta relazione è invece dedicata alla questione di genere, oggetto dell’approfondita riflessione della Prof.ssa Raffaella Baritono: “Remember the Ladies”: percorsi politici e riflessione teorica nei movimenti delle donne statunitensi. Infine, il tema dell’esistenza o meno della cittadinanza sociale e dei diritti sociali negli Stati Uniti viene discusso nella relazione conclusiva che ripercorre le lezioni del Prof. Maurizio Vaudagna (Cittadinanza sociale e diritti sociali nell’America novecentesca), e del Prof. Maurizio Ricciardi (Storia e trasformazioni globali del concetto di cittadinanza). Qui sotto trovate i riferimenti bibliografici delle relazioni.

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0